Una zuppa su misura

Chicken Koo, in viale Monza 50, è un curioso locale cinese nato per offrire un menu quasi totalmente a base di pollo, da quello fritto, a quello più tipico della cucina cinese con accompagnamento di riso e spaghetti, a prezzii modici.

Da qualche tempo però ha introdotto una novità veramente notevole, gli hot pot, le zuppe calde, caldissime. Non esiste menu, ma uno scaffale in cui il cliente compone una zuppa su misura, scegliendo il tipo di pasta, carne, funghi, tofu, verdure, che si vuol mettere nella zuppa. Gli ingredienti, messi in una bacinella, vengono pesati. Il costo è di venti euro il chilogrammo, e una zuppa viene a costare all’incirca dieci euro.

Noi abbiamo scelto delle tagliatelle ai cereali thai, pollo marinato, un tipo di tofu secco, funghi e pak choi. Le alternative erano numerose, e andavano dai tagliolini all’uovo, agli spaghetti di riso o di soia, ai durelli o zampe di pollo, alla trippa di mucca, al manzo marinato. La zuppa viene fatta cuocere circa una ventina di minuti nella pentola di ceramica e giunge in tavola bollente e piccante. Nel locale, spoglio e vissuto ma con dei begliaffreschi alle pareti, vengono fatte periodicamente delle gare a chi mangia di più, e la prossima sarà domani. Chi vuole dare un’occhiata ne approfitti per una zuppa.

Commenta